Nani

I più adatti alla vita dura del cosmo, grandi inventori, ingegneri e navigatori

Presupposti culturali


In un momento del tutto imprecisato della storia delle civiltà definibili come classiche un evento catastrofico sancisce la nascita di una nuova Era. La Lux in Tenebra, la leggendaria spada del Campione, eroe del Bene, viene ritrovata e, in qualche modo, distrutta. Tutta la magia divina e arcana che essa ingloba e catalizza si espande in pochissimi istanti, influenzando in modo irreparabile il mondo, sia il Pentacolo, sia le Terre dell'Oltre Barriera.

Questo evento è conosciuto come Fine.

Tutti gli esseri con anima muoiono, i non-morti, si estinguono. Tutte le altre creature viventi, come gli animali, sopravvivono, preservando un seme del passato, stralci di memoria per lo più senza significato. Gli unici a salvarsi tra umani e umanoidi sono gli esseri dotati di poteri psionici, la mente e il potere della ragione ha il totale sopravvento sul divino e sulla magia. Tra le fortunate creature che si salvano, vi sono anche i Nani, sebbene abbiano subito varie modifiche sia fisiche che morali.

La civiltà dei nani giunge dal più remoto passato di LiT, abbracciando l?intero nuovo universo. Anche i Nani, come gli Elfi e le altre creature, sentono L?Impronta, pur senza classificarne in alcun modo il senso e il significato. Non la chiamano nemmeno in questo modo, bensì il Punto di Giunzione che sarebbe parte del Grande Anello che si rifà ad un concetto molto più ampio, tipico della cultura nanica.

Il Grande Anello


Per i Nani la vita segue uno svolgersi degli eventi con sviluppo spazio temporale circolare. Tutto ciò che è accaduto nel passato prima o poi accadrà di nuovo dopo essere arrivato a quello che viene definito Punto di Giunzione dove ogni verità viene rivelata e il passato, il presente e il futuro si sovrappongono. Il Punto di Giunzione resta in modo immanente in ogni essere creato, come una sensazione di legame con il passato, ma, nel contempo, un proiettarsi dei viventi verso il futuro. Dunque, pur misurando gli aspetti cronologici dell'esistenza su una linea rettilinea, come è consuetudine, essi conservano ancora, come retaggio del passato, un'idea degli eventi che proceda in un ordine macro circolare. Il concetto di Grande Anello basa la sua struttura su uno schema tripartito:

1) il giorno compreso tra il sorgere e il tramontare della stella, intorno cui orbita il sistema planetario, è un evento circolare e ciclico;
2) la notte individuata dalle posizioni stellari che si ripetono periodicamente;
3) la stella lungo il suo percorso sull'eclittica stabilisce la durata dell'anno, ripetendo medesimi passaggi;


Questi sarebbero, secondo i Nani, i Massimi Cerchi ovvero quegli eventi che consentono di capire come ogni cosa debba per forza tornare al suo punto di origine, ovunque esso sia nello spazio e nel tempo. Secondo lo schema del Grande Anello, tutto torna prima o poi nella posizione iniziale e gli eventi macroscopici dell'esistenza si ripeteranno con, come se la vita non fosse altro che un immenso, grande ciclo ripetitivo. Questa concezione è alla base della cultura e della filosofia di vita dei Nani:

"inutile affannarsi per il futuro, meglio corroborarsi nel presente e sfruttare al massimo le proprie possibilità, godendo della vita e superando le difficoltà con spirito da un lato avventuroso, dall'altro rassegnato al fatto che comunque ogni creatura vivente non potrà che conformarsi agli eventi."

Sviluppo culturale della società nanica


Non ci sono resti dell'antica civiltà Nanica proveniente dal passato di LiT, almeno, non che i Nani sappiano e dato che non hanno mai più messo piede su Origin, pianeta a loro detta infestato dagli elfi, difficilmente si dedicheranno a scoprirne. In genere queste creature non sono particolarmente interessate al passato, che comunque, presto o tardi, si ripresenterà, ma preferiscono studiare il presente, cercando di sfruttare al massimo le loro potenzialità. I gruppi più numerosi di Nani sono sul pianeta Orizon, nel continente conosciuto come T.H.I.G, detto anche The Gate, ma non mancano centri anche su Polacria, sebbene non siano proprio gruppi etnicamente isolati, ma variamente integrati alla popolazione prevalentemente umana.

I Nani sono abili costruttori, meno forti nel retaggio psionico, amano particolarmente potenziare il proprio corpo con impianti meccanici o informatici che ne possano garantire delle maggiori prestazioni di movimento e pensiero. Sono immuni a quasi tutti i tipi di droghe, inoltre non amano assumere sostanze delle quali non possano controllare con attenzione gli effetti. Considerano inferiori gli elfi, vagamente paritari, ma solo se sono di buon umore, gli umani. Molti di loro sono ingegneri, progettisti e sviluppatori di robotica, sia in nano impianti che nelle macro applicazioni. Alcuni Nani sono fra gli autori dei più sorprendenti processori attualmente in uso nella maggior parte delle case e dei laboratori di sviluppo.

I Nani si adattano a qualunque ambiente. Sono grandi viaggiatori, resistenti, coriacei, testardi e capaci di modificare l'ambiente alle loro esigenze, qualora le prerogative per la sopravvivenza siano troppo esigue. Spesso usati come coloni verso nuove frontiere del sistema planetario, non è raro, infatti, che essi siano parte di equipaggi su astronavi di tipo sperimentale. Non amano la filosofia, la cultura troppo astratta, ma apprezzano e, anzi, sublimano con il loro lavoro, le applicazioni pratiche di fisica, matematica, scienza. Per loro gli Elfi pensano troppo e gli umani sono buoni allievi quanto alla pratica, ma un nano è il perfetto connubio tra pensiero e azione.

Il sistema sociale


I Nani si adattano all'ambiente in cui vivono. Non hanno delle città Naniche dove la loro cultura domini uno spazio privilegiato di sviluppo. Essi si integrano, il più delle volte pacificamente, con le comunità umane, seguendo i medesimi principi di legge, quando ne hanno voglia e non siano di opinione troppo diversa, e rifacendosi ai codici legali e morali presenti già sui vari territori di appartenenza. Hanno un codice etico, però, che li distingue dalle altre creature e riguarda il rispetto per gli altri Nani, il rispetto per coloro che fra i pari razza, mostrano di avere una particolare saggezza e capacità decisionale. Non è raro, infatti, che dove vivono comunità più popolose di Nani, vi siano anche degli organi paralleli di giudizio e politica cui i membri della razza si rivolgono, evitando così il potere istituzionale.

Privacy and cookies law
Privacy and cookies law